Validazione dei dati

BM IDRODATA oltre a progettare reti fisse di monitaraggio in rete fognaria è in grado di fornire il servizio di Gestione e manutenzione dei misuratori installati e soprattutto VALIDAZIONE dei dati misurati.

Come per le attività di monitoraggio temporaneo delle reti fognarie per ricerca acque parassite anche nelle reti fisse i dati misurati necessitano di un processo di validazione del dato.

L’attività di Validazione Dati è molto complessa poichè complessa è la misura di portata su canalizzazioni fognarie, sono richieste notevoli competenze in Idraulica, molta esperienza nel maneggiare i segnali di velocità e livello ed un’approfondita conoscenza degli schemi idraulici delle rete.

Con oltre 1000 di punti di misura installati BM IDRODATA è il giusto partner per poter validare i dati di reti di monitoraggio fisse.

L’attività prevede l’impiego del software Channelguard sviluppato da BM IDRODATA ed implementabile e scalabile in funzione delle specifiche esigenze del cliente. Channelguard di fatto è uno strumento che permette la gestione dei dati provenienti da una rete di monitoraggio verificandone la congruità e procedendo alla validazione degli stessi.

Il software è costituito dal MAIN PROGRAM installato su apposito server presso il cliente o presso la BM IDRODATA e da un software CLIENT che non necessita di installazione e che consente, tramite un qualsiasi PC collegato ad internet, di interrogare ed interagire con il MAIN PROGRAM.

PRINCIPALI CARATTERISTICHE DI CHANNELGUARD:

MENU’ PRINCIPALE:

Misure sensori

Si tratta dell’elenco dei punti di misura e del tipo di grandezza che si desidera evidenziare tra portata, livello, velocità, pluviometro, temperatura e volume totalizzato; è comunque previsto il ricevimento e gestione di qualsiasi altro segnale.

Sistema GIS per la gestione dei singoli punti di misura e definizionedei distretti fognari

Il sistema è in grado di importare sfondi in diversi formati (*.dxf, *.shp, *.dng, *.tiff ecc…) le immagini non viaggiano via rete ma possono essere caricate a piacimento del proprio Pc.

Sistema di visualizzazione dei dati registrati

Il sistema visualizza sia in formato grafico sia tabellare i dati grezzi in arrivo dai singoli punti di misura, sono inoltre visualizzati i dati elaborati e validati secondo regole di volta in volta determinate dall’operatore. I dati sono esportabili in formato *.csv o *.txt.

Definizione dei volumi

In questa finestra vengono forniti in forma volumetrica le portate registrate e validate, i volumi sono relativi a finestre orarie, giornaliere, settimanali, mensili, annuali o di periodo prefissato dall’utente.

Gestione delle portate convogliate dai singoli distretti

Un distretto fognario può esser limitato in ingresso ed uscita da più punti. Al fine di determinare le portate da esso convogliate alla depurazione si rende necessaria l’esecuzione di un bilancio tra le portate in ingresso e quelle in uscita. Il software permette la realizzazione di tali bilanci di portata tenendo inoltre in considerazione i tempi di corrivazione delle portate in ingresso rispetto a quella in uscita.

Gestione dei volumi convogliati dai singoli distretti

Come nel caso dei singoli sensori, anche per i bilanci di bacino vengono forniti i valori volumetrici su base oraria, giornaliera, settimanale e mensile oltre che su una scala temporale definibile dall’operatore.

Gestione dei dati pluviometrici

Al fine di interpretare eventuali anomalie nei dati registrati, vedi ad esempio un incremento anomalo delle portate registrati, nel software è stata implementata l’acquisizione dei dati pluviometrici disponibili, vedi reti meteorologiche esistenti sul territorio.

Scala delle portate

Nel caso di strumenti area velocity, per ogni punto di misura viene definita la curva di portata ad esso associata (legame livello portata) e viene monitorato nel tempo lo scostamento dell’andamento rispetto a quello caratteristico. Lo scostamento può esser dovuto ad una variazione delle caratteristiche idrauliche del sistema (depositi, rigurgiti variazione dello schema idraulico a seguito di lavori, etc.) oppure ad un malfunzionamento della strumentazione. Il controllo di tale curva permette di avere esatta conoscenza sul livello di attendibilità della misura e consente di pianificare eventuali interventi straordinari di manuutenzione.

Verifica dei punti di misura

Per ogni punto di misura costituito da portata e livello, dopo un certo periodo di osservazione, viene definita la curva di portata caratteristica del punto e delle fasce di confidenza. L’attività di gestione dei dati prevede anche la definizione di tali curve, il loro periodico aggiornamento, la comprensione di eventuali anomali scostamenti e la pianificazione degli interventi di manutenzione.

Lista allarmi

Gli allarmi definiti a seguito di un periodo di osservazione necessario per prendere coscienza delle caratteristiche del punto di misura permettono di essere prontamente allertati nel caso si manifestino delle situazioni anomale (ad esempio variazioni improvvise di portate medie).

Anagrafiche

Tutti i dati caratteristici del punto di misura: nome stazione, quota sul livello del mare, marcatura GPS, dimensione del collettore, caratteristiche strumentali ecc… , sono gestite nella sezione Anagrafiche sia in forma tabellare sia mediante l’ausilio del supporto cartografico associato.

Gestione e manutenzione dei punti di misura

Gli interventi di manutenzione vengono registrati sia mediante inserimento della descrizione dell’attività svolta (in formato testo o report formato *.pdf) sia in forma fotografica questo al fine di dare ai tecnici chiamati alla validazione e gestione delle misure tutte il maggior numero possibile di informazioni utili.